Tecnologia HPF

Fattore di Potenza

Il led, a differenza delle lampade ad incandescenza, è un dispositivo che funziona in corrente continua. Poiché la tensione di rete fornita dai distributori di energia elettrica è alternata, i LED necessitano di alimentatori o driver che la trasformino.

Il driver è il cuore della lampada. Uno dei parametri che rappresenta meglio la sua efficienza è il fattore di potenza.

PF = 1

rappresenta il valore ideale, ma un alimentatore con PF = 0.80 è già considerato ottimo.

Al contrario, un driver con un cattivo fattore di potenza assorbe maggiore energia e tende a “sporcare la rete”. Dato che i produttori di corrente sono tenuti a fornire corrente pulita, essi devono adottare misure necessarie che vengono indirettamente addebitate al cliente.

tab_riepilogo 1

Nella tabella sopra, confrontiamo l’assorbimento di corrente di una lampada ad incandescenza da 100 W con una LED da 25 W. Possiamo notare che quella ad incandescenza, con il suo fattore di potenza pari a 1, preleva dalla rete una corrente da 0.45 A, mentre la lampada LED, ipotizzando un fattore di potenza ideale pari a 1, preleverebbe dalla rete una corrente di circa 0.11 A…solamente un quarto di quella assorbita dalla sua “vecchia collega”. In caso di fattore di potenza 0.90 ne preleverebbe poca di più.
Cosa succede invece in caso di lampade LED con scarso fattore di potenza?

tab_riepilogo red

Per rendere più chiara la differenza, supponiamo di utilizzare una lampada LED con fattore di potenza molto basso, diciamo 0.25. In questo caso verrebbero prelevati dalla rete 0.45 A, tanto quanto la lampada ad incandescenza da 100 W, pur continuando il LED ad emettere una luce di 25 W. Quindi 75 W in più rispetto al valore nominale della lampada.

Che fine fanno i restanti 75W? La differenza rifluisce in rete con l’angolo di fase errato.

Circuito PFC

Pertanto, la correzione del fattore di potenza per i driver LED, è altrettanto importante quanto un alto rendimento.

Per correggere il fattore di potenza si utilizza un apposito circuito PFC. Senza questo, i valori di PF raggiungibili sono molto inferiori all’unità – a seconda della potenza, anche intorno allo 0.5 o addirittura più bassi.

La norma prevede la correzione obbligatoria del fattore di potenza per gli alimentatori LED a partire da 25 W.

Diversi produttori di lampade LED, inseguendo la politica del “massimo profitto”, hanno scelto di non inserire alcuna correzione PFC, con il risultato che la maggior parte delle lampade LED < 25 W attualmente in commercio hanno valori di PF vicini allo 0.5.

Tecnologia HPF

Le lampade ALGECO LED, con tecnologia HPF, integrano un alimentatore con correzione attiva del PF, che porta il valore del fattore di potenza vicino allo 0.9, riduce al minimo la distorsione e porta l’efficienza totale al 91%.

ALGECO, attraverso la collaborazione con i principali produttori LED, ha sviluppato un prodotto ideale per soddisfare standard così severi. Il risultato è il nuovissimo driver utilizzato in tutti i prodotti della famiglia ALGECO HPF, che si prestano per usi professionali e sono consigliati soprattutto in tutte quelle utenze che sono soggette al pagamento di penali per prelievo di energia reattiva.

Termoregolazione

L’affidabilità del sistema è ulteriormente migliorata dalla funzione di termoregolazione del driver. La corrente di uscita viene ridotta automaticamente quando la temperatura eccede i valori di soglia.

Tutto sulle lampade ALGECO >
Guarda i prodotti >